Amici di #Play14 – Intervista con Hoang C. Huynh

Il serious gaming come strumento nella Experience Design

Facilitare la ricerca e la progettazione di servizi utente che siano più fedeli ai comportamenti e i bisogni utente.

#Play14 è una unconference, e quindi il programma verrà stabilito direttamente dai partecipanti che saranno  libero di proporre contenuti e guidate lo svolgimento. 

Pur restando fedeli alla formula della unconference, in questa edizione di Milano 2016, vorremmo provare a spingere sul concetto di contaminazione culturale: per  questo abbiamo pensato di invitare persone con differenti background e competenze, ma tutti uniti dal concetto del gioco come strumento di lavoro. 

E’ nato il programma Amici di #Play14 con il quale stiamo coinvolgendo formatori, coach, agile coach, scrum master e agilisti di vario tipo, psicoterapeuti, esperti di UX, improvvisatori di teatro, musicisti e altro ancora.

 #play14 – In questa puntata di Amici di #Play14 presentiamo al nostro pubblico Hoang C. Huynh, che è un Experience Designer. Per prima cosa vorrei chiedere a Hoang di presentarsi, in modo da farci raccontare in che cosa consiste il proprio lavoro.

Hoang – Ciao Amici di Play. Io mi occupo di progettare servizi, ovvero mi occupo di progettare tutti quegli elementi che all’interno di un processo piu’ o meno complesso (si pensi ai servizi turistici, bancari o ai processi di acquisto), concorrono a creare quello che definiamo come esperienza.

Ogni esperienza vive in un preciso contesto, ovvero un vero e proprio ecosistema che deve essere progettato accuratamente affinchè questa esperienza possa essere gradevole e desiderabile, ma che allo stesso tempo possa essere sostenibile dal lato economico.

#play14  – Molto interessante…. il gioco, o meglio il serious gaming come è legato alla tua tua attività professionale?

Hoang – La parte fondamentale del mio lavoro è comprendere di cosa hanno bisogno le persone e allo stesso momento quali comportamenti, come progettista del servizio, devo agevolare.

Devo quindi comprendere come riuscire incrociare al meglio gli obiettivi degli utenti e i requisiti di business del mio cliente.
“Giocare” mi permette di indagare in maniera più approfondita entrambi i ruoli, utenti e clienti.

#play14 – Siamo tutti molto curiosi…. Quindi la domanda sorge spontanea: cosa porterai al Play14? cosa avremo modo di vedere in azione?

Hoang – Porterò un piccolo gioco ho chiamato Human Touchpoint. E’ un gioco molto semplice che ha lo scopo di far comprendere al team di progetto quanto sia importante progettare interfacce e interazioni con le persone quasi come fossero una forma di conversazione.

#play14 – Hai voglia di concludere questa rapida chiacchierata con un messaggio ai nostri lettori (e speriamo anche partecipanti di #Play14?)

Hoang – Chiaramente lascio il mio invito a partecipare! Non so cosa aspettarmi dal Play e questo mi lascia estremamente curioso e fiducioso e l’unica certezza che ho è sono sicuro che si incontrerà gente super interessante. Sarebbe un peccato non esserci :)