Amici di #Play14 – Intervista con Alessandro Bonaccorsi

Stimolare la creatività, il cambio di prospettiva, la rottura degli schemi, facendo tornare bambini.

#Play14 è una unconference, e quindi il programma verrà stabilito direttamente dai partecipanti che saranno  libero di proporre contenuti e guidate lo svolgimento. 

Pur restando fedeli alla formula della unconference, in questa edizione di Milano 2017, vorremmo provare a spingere sul concetto di contaminazione culturale: per  questo abbiamo pensato di invitare persone con differenti background e competenze, ma tutti uniti dal concetto del gioco come strumento di lavoro. 

E’ nato il programma Amici di #Play14 con il quale stiamo coinvolgendo formatori, coach, agile coach, scrum master e agilisti di vario tipo, psicoterapeuti, esperti di UX, improvvisatori di teatro, musicisti e altro ancora.


 

Ciò che è divertente, è più utile. Quindi, giocando s’impara - Gianni Rodari

#play14 – In questa puntata di Amici di #Play14 presentiamo al nostro pubblico Alessandro Bonaccorsi, che è un Visual Designer, Facilitatore Grafico e Illustratore.
Per prima cosa vorrei chiedere ad Alessandro di presentarsi, in modo da farci raccontare in che cosa consiste il suo lavoro.

Alessandro Ciao Amici di Play14. Io mi occupo principalmente di comunicazione visiva. Cerco di portare avanti un approccio che leghi il pensiero visuale alla grafica e all’illustrazione. Attraverso il mezzo della Facilitazione Grafica cerco di rappresentare il pensiero e i processi ideativi degli altri per aiutarli a svilupparli.

#play14 – Il gioco, o meglio il serious gaming come è legato alla tua tua attività professionale?

Alessandro – Illustrare e disegnare è considerata da tutti un’attività molto più ludica di quanto non sia in realtà. Attraverso il mio nuovo progetto, il Corso di Disegno Brutto, cerco di stimolare la creatività, il cambio di prospettiva, la rottura degli schemi, facendo tornare bambini i partecipanti con tutta una serie di esercizi molto divertenti. Il corso diventa un gioco se le persone riescono ad abbandonarsi al flusso della fantasia.

#play14 – Siamo tutti molto curiosi…. Quindi la domanda sorge spontanea: cosa porterai al Play14? cosa avremo modo di vedere in azione?

Alessandro – Una variazione del mio Corso di Disegno Brutto, per proporre un metodo semplice di sketchnoting che tutti possano applicare e possano poi sviluppare in una sorta di codice visivo personale per prendere appunti, visualizzare pensieri e sviluppare idee.

#play14 – Hai voglia di concludere questa rapida chiacchierata con un messaggio ai nostri lettori (e speriamo anche partecipanti di #Play14?)

Alessandro – Secondo Gianni Rodari ciò che è divertente, è più utile. Quindi, giocando s’impara.

Alessandro Bonaccorsi

Dal 2003 lavora come Visual Designer per clienti di tutta Italia, (Save The Children, Renault Italia, Max Meyer, Ponte alle Grazie e altri).
Lavora come Facilitatore Visuale dal 2014. Suoi lavori sono apparsi nel volume “Graphic Recording” edito da Gestalten, 2016.
Sue illustrazioni sono state pubblicate su: Il Sole 24Ore, La Stampa, Internazionale, Diario Europeo.
È stato selezionato tra i “200 best illustrators worldwide 14-15” dal Lürzer’s Archive, selezionato per l’American Illustrator Annual e l’Annual illustratori Italiano.
Ha un blog SHIVU.it che parla di creatività, ispirazione, visual culture, illustrazione e grafica.
Ha scritto il libro “Illustrazione, l’immaginario per professione” per Alkemia Books.
Dal 2013 tiene corsi e speech in tutta Italia sulla presenza online per creativi e su temi legati a grafica e illustrazione.